Il progetto civico e popolare “Il Veneto che vogliamo” è nato nel 2019 per mettere in rete tutte le liste civiche della Regione ed è poi evoluto nell’omonima lista civica che nel 2020 ha promosso la candidatura di Arturo Lorenzoni a Presidente del Veneto. Oggi tiene fede a quanto annunciato in questi mesi, e conferma in una partecipata assemblea l’intenzione di continuare il lavoro politico avviato.
Per Il Veneto che vogliamo, infatti, l’obiettivo non erano solo le elezioni, ma la costruzione di un’alternativa credibile e solida, in questi anni visibilmente mancata. Un progetto a lungo termine che sappia catalizzare nel tempo la fiducia dei Veneti dialogando con tutte le realtà locali che chiedono una discontinuità nelle politiche leghiste degli ultimi vent’anni. Dalla sanità all’ambiente , passando per il mondo della cultura, continueremo a impegnarci per una opposizione costruttiva, che sappia tradurre nel consiglio regionale le idee giunte “dal basso”. Le regionali hanno infatti rappresentato un primo traguardo: Il Veneto che vogliamo – l’unica lista a non avere una rappresentanza nazionale e quindi scontando una minor visibilità – è riuscita ad essere la seconda lista della coalizione e ad eleggere una consigliere regionale, Elena Ostanel, della provincia di Padova.
La partecipazione è sempre stato un segno distintivo del movimento, e ieri la 7^ assemblea regionale – convocata per disposizioni sanitarie online – l’ha confermato. In una domenica di sole, alle 15 di pomeriggio, in più di 100 hanno preso parte alla riunione, approvando un documento per guidare la riorganizzazione del Veneto che vogliamo e eleggendo i due nuovi portavoce, Carlo Cunegato e Vania Trolese. Entrambi candidati alle elezioni, rispettivamente nelle province di Vicenza e Venezia, sono stati proposti e approvati all’unanimità dai presenti.
Carlo Cunegato, 38 anni, è consigliere comunale a Schio dal 2014. Alle elezioni regionali è stato il più votato nella provincia di Vicenza, nonché di tutto il Veneto che vogliamo, raccogliendo 5.810 preferenze. Vania Trolese, classe 1974, è assessora a Camponogara dal 2019 e alle regionali è arrivata seconda nella provincia di Venezia.
Durante l’assemblea è stato infine presentato e approvato il nuovo logo del movimento: cade la banda inferiore dove trovava casa la scritta comune a tutte le liste “Lorenzoni Presidente” e trova così spazio nella sua interezza il “veneto-mondo”, lo spunto grafico distintivo del logo del movimento.

Leave a Reply