Uncategorized

LA CRISI PROFONDA DELLE AZIENDE DI TRASPORTO

By Aprile 18, 2020Agosto 31st, 2020No Comments

Fra le aziende messe in crisi dall’emergenza Coronavirus ce ne sono alcune che riguardano direttamente la nostra vita: si tratta delle aziende di trasporto pubblico.

Sul tema interviene Elena Ostanel, portavoce de “Veneto che Vogliamo”, “La crisi che stanno vivendo le aziende di TPL è senza precedenti. Se da una parte lo Stato ha garantito gli introiti da corrispettivo, ovvero i fondi pubblici che vengono erogati per ogni chilometro corso, dall’altra gli introiti da tariffa (biglietti e abbonamenti) sono azzerati, e difficilmente torneranno nel breve periodo a quelli pre-emergenza. Tali introiti rappresentano tra il 35 e 40% degli ingressi di un’azienda di TPL. Come potranno stare in piedi queste società nelle prossime settimane? Come potranno pagare gli stipendi?

Interviene quindi Giorgio De Zen “Tutti sappiamo che il ritorno alla normalità sarà lungo: come erogheranno le TPL il servizio nei prossimi mesi? L’ingresso a bordo sarà contingentato? E se sì, a fronte di una riduzione dei passeggeri e quindi dei biglietti, come sarà garantita la sostenibilità di tali aziende? Non serve aspettare l’autonomia: il trasporto pubblico è già di competenza regionale – evidenzia il portavoce di Veneto che Vogliamo.

Ostanel continua “Di certo non ci possiamo aspettare che tutti dall’oggi al domani inizino a usare l’auto. Le nostre strade sono già congestionate e non reggerebbero l’onda d’urto. Per non parlare della nostra salute, che non può tollerare ulteriore smog. Il trasporto privato non è accessibile a tutti e noi non dobbiamo lasciare nessuno indietro, permettendo a tutti di muoversi a poco prezzo in tempo di crisi. Come pensa di intervenire il Veneto? Ad oggi non abbiamo ancora sentito nessuna soluzione, nessun progetto, e dobbiamo essere pronti.

Conclude De Zen “Una soluzione potrebbe essere l’aumento del contributo chilometrico per diminuire la dipendenza dalla tariffa, misura che in un futuro prossimo potrebbe aprire la strada alla gratuità del TPL. Però servono risorse. Perchè non sono a bilancio (che si vota settimana prossima) misure speciali a sostegno del trasporto pubblico locale? Il Presidente Zaia continua a dire che le donazioni per fronteggiare l’emergenza Coronavirus sono state decisive. E ringraziamo tutti per quanto fatto. Ma non è più sufficiente. La Regione deve fare la sua parte, e deve farlo in fretta.

Leave a Reply