La giunta (leghista) di Treviso ritira il patrocinio ad una iniziativa culturale a causa della presenza del prof. Crisanti: ecco fin dove arriva il servilismo nei confronti di Zaia.

Non servono molti commenti: la scelta della giunta comunale di Treviso di ritirare il patrocinio già concesso all’apertura dell’anno accademico dell’Ateneo di Treviso a causa della presenza del prof. Crisanti si commenta da sola.

E’ la prova di quanto negli amministratori leghisti la fedeltà di partito prevalga sul loro ruolo istituzionale che dovrebbe essere quello di mettere le istituzioni a servizio dei cittadini e non delle posizioni di parte.

L’altro ieri era Bossi, ieri era Salvini, oggi è Zaia ma il copione è sempre lo stesso: per i leghisti la fedeltà al capo di turno prevale sul rispetto per le istituzioni.

Leave a Reply